Cross in the Borders

Attraversando il confine Nord della città di Milano ci si imbatte in una serie di esperienze di giovani gruppi che hanno preso in gestione vecchi luoghi (cascine di vecchia gestione che sentono il bisogno di rinnovarsi; antichi spazi industriali che vengono usati dai giovani creativi come laboratori d’arte, spazi comunali in autogestione...)
Queste esperienze iniziano a cambiare il volto dei territori in cui si insediano : il pubblico frequentatore del luogo cambia, aumenta, si affeziona al luogo, al bene comune.

Inoltre questi nuovi gruppi vengono da esperienze diverse e sono attivi da tempo nell’ambito dell’associazionismo giovanile, portano pratiche legate al lavoro di gruppo e alla partecipazione, proposte culturali e artistiche, hanno come motorino d’avviamento la spinta verso l’imprenditorialità giovanile nei settori della creatività.

Cross in the borders vuole creare la linea metropolitana MM5 che anziché unire il centro a ciascuna singola periferia (mobilità a stella), crea un sistema di connessioni fisiche e culturali da periferia a periferia (mobilità a circonvallazione).

Le fermate della metropolitana, rappresentano i centri artistico/culturali!


indirizzo oppure verso come



Sono tutte associazioni culturali/di promozione sociale giovanili che gestiscono una sede fisica sul loro territorio di appartenenza, con dedizione, impegno e passione.

Obiettivi(cambiamento che si intende produrre)
  • Creare una rete queste esperienze attraverso l’organizzazione di un festival Cross in the Border.
    Questo permetterebbe di attivare uno scambio di competenze e pratiche, ogni realtà organizza un evento sullo stesso tema ma con le sue modalità; di unire gli sforzi in un’unica promozione comune delle diverse realtà; far girare in luoghi diversi format che hanno successo (performance; cene tematiche; presentazioni..).
  • comunicare-estendere la comunicazione delle esperienze sia a livello territoriale che extraterritoriale : sfruttando la cintura-muovendosi sul confine del Nord Milano.
  • facilitare l’accesso e lo scambio di pubblico e esperienze sostenendo una piattaforma di mobilità sostenibile – attivare un canale di mobilità sostenibile nella cintura nord milanese poco servita dai mezzi pubblici le cui reti sono preferibilmente centro – servite (questo obiettivo da attuare con un azione specifica in un bando ad hoc)

(Idea Ass. Big Magma Sesto San Giovanni www.bigmagma.it)